Notizie da Casarano

Zahir: a Casarano giovani in difesa dei diritti umani

Il Comune di Casarano ha aderito ad un progetto del programma "Bollenti spiriti" dell'associazione culturale "Media-azioni": laboratori settimanali per giovani per promuovere la cultura della pace

(Foto dal sito del Comune di Casarano)
CASARANO - Giovani in difesa dei diritti umani: l'amministrazione comunale di Casarano li chiama a raccolta nel progetto "Agenzia Salentina per la promozione di una Rete di Cittadinanza Partecipata e Attiva nello Spazio Euromediterraneo", successivamente ribattezzato "Zahir". Il progetto che ha preso ufficialmente avvio ieri con un primo incontro introduttivo, è finanziato dalla Regione Puglia nell'ambito del noto programma "Bollenti Spiriti" ed è stato ideato dall'associazione culturale "Media-azioni".

Il comune ha aderito con un'apposita delibera di Giunta al progetto, il cui scopo è quello di costituire una rete tra tutti i cittadini del Salento che, individualmente o attraverso enti pubblici e privati, possano impegnarsi o desiderano impegnarsi per promuovere i diritti umani come strumenti di dialogo e comunicazione sociale tra tutti i popoli del mondo. Un progetto, peraltro, sposato con convinzione dall'amministrazione guidata dal sindaco, Ivan De Masi, che spiega: "Il riconoscimento ed il rispetto dei diritti umani sono alla base di ogni percorso che tenda alla pace; un obiettivo ambizioso ed arduo, ma che dobbiamo cercare di perseguire in tutti i modi, soprattutto attraverso iniziative rivolte ai giovani, come quella proposta dall'associazione ‘Media-azioni'".

La sede di svolgimento del corso, il cui responsabile scientifico è Roberto Molentino, sarà la Biblioteca comunale, in Piazza Nazario Sauro, con lezioni a cadenza settimanale, ogni giovedì con inizio alle 17. Al corso prenderanno parte più di 40 ragazzi.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il progetto - spiega l'assessore alle politiche giovanili Giulia Tenuzzo - prevede lo svolgimento di un corso di formazione sui diritti umani per i giovani dai 15 ai 30 anni che sono impegnati o intendano impegnarsi concretamente in attività di tutela e sviluppo dei diritti umani. Il programma del corso prevede complessivamente 16 ore di lezioni, distribuite in una prima parte di incontri frontali, seguita da una seconda parte di attività di laboratorio. I partecipanti al corso allestiranno un percorso narrante sui diritti umani e organizzeranno un incontro tra cittadini in funzione della creazione di un Network Salentino per la Pace e i Diritti Umani. Il percorso narrante sarà altresì utilizzato come supporto per lo svolgimento di assemblee studentesche sul tema dei diritti umani".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trascina la figlia per l'orecchio, i clienti del bar si ribellano e finisce a botte

  • Coronavirus in Puglia: nove positivi, cinque nel Salento fra cui anziano di una Rsa

  • Sospetta violenza sessuale: 20enne con forti dolori denuncia stupro

  • Infezione da Covid-19: sono 56 i casi positivi nel Salento, 6 a Lecce

  • Nessuno stupro a Gallipoli: falso allarme, i due appartati prima del collasso

  • Dall’epidemiologo “supposte di realismo”: al Sud a rischio il 99 per cento dei cittadini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento