Notizie da Casarano

Calci e pugni sotto la minaccia di un coltello: denunciati quattro bulli

Tre ragazzi di Taurisano e uno di Ugento nei guai per lesioni personali, percosse e porto di lama a serramanico. Hanno mandato in ospedale un 18enne. E forse c'è stato uno scambio di persona

L'ospedale "Francesco Ferrari" di Casarano

CASARANO - Quattro denunce, a Casarano, nei confronti dei presunti aggressori di un 18enne. Si tratta di due ragazzi del luogo: A.M..T.R.H., di 20 anni, D.I.L., di 21 anni e C.E.L., di 22 e di P.G.A., un 20enne di Ugento. I quattro risponderanno di concorso in percosse e lesioni personali e di porto ingiustificato di oggetti atti a offendere. Sono stati i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Casarano a fermare il gruppo, dopo la denuncia da parte del ragazzino.

A bordo di una Alfa Romeo Giulietta, sarebbero giunti in Piazza Umberto I, dopo aver intercettato la vittima. Quest’ultima camminava a piedi lungo le strade del paese quando è stata raggiunta dalla comitiva di bulli. Hanno aggredito il 18enne con calci e pugni, sotto la minaccia di un coltello, per poi dileguarsi immediatamente a bordo della vettura.

I quattro sono stati però fermati poco dopo dai militari dell’Arma, sulla provinciale 360. Sottoposti a una immediata perquisizione, sono stati trovati con un coltello a serramanico lungo circa 20 centimetri. La lama era nascosta sotto il sedile ed è stata sequestrata. Il 18enne, intanto, è stato soccorso e accompagnato presso l’ospedale “Francesco Ferrari” di Casarano, dove è stato medicato e giudicato guaribile in alcuni giorni.I militari dell'Arma, intanto, hanno avviato le indagini per chiarire con precisione il tipo di rapporto che lega il gruppo alla vittima.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dai primi riscontri, però, i motivi dell'aggressione sarebbero stati futili. Non solo. Ma nelle ultime ore si è fatta strada anche l'ipotesi di un possibile scambio di persona, ovvero che la vittima reale potesse essere un'altra. Indagini, su questo punto, sono ancora in corso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento