Notizie da Casarano

Rifiuti speciali tra gli ulivi secolari. Sequestrata area di 3mila metri

I finanzieri della tenenza di Casarano hanno posto i sigilli ad un terreno di vaste dimensioni. All'interno dell'area, mimetizzati tra gli alberi storici, plastiche, guaine e pneumatici. Denunciato un costruttore 25enne

Un'immagine dell'area sequestrata dai finanzieri di Casarano

SUPERSANO - Un'area di circa 3mila metri quadrati, ricolma di storici ulivi, ma adibita a discarica. Come se non bastasse, di rifiuti speciali. L'ennesimo scempio ambientale è stato scoperto dai finanzieri della tenenza di Casarano a Supersano, in località "Colamonico". Quando i militari hanno raggiunto il terreno, si sono ritrovati davanti ad una scena raccapricciante: scarti di lavorazioni edili, abbandonati tra gli alberi secolari assieme a materiale di risulta, plastiche, guaine catramate, sanitari rotti e, per finire, pneumatici fuori uso.

Il personale delle fiamme gialle, dopo aver acquisito gli estratti della mappa, le visure catastali e di ulteriori documenti utili alle verifiche, presso l'ufficio tecnico comunale, ha denunciato a piede libero un 25enne del posto, costruttore edile, con l'accusa di violazione delle norme in materia ambientale. Il terreno è stato, invece, sottoposto a sequestro.

Potrebbe interessarti

  • Concertone Notte Taranta: quaranta brani per una notte senza soste

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Col volto travisato, avvicinano un bimbo: la madre li vede e urla, poi la fuga

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Briatore scatenato su Instagram: “A Gallipoli mandano via gli yacht”

  • Scontro all’incrocio: 28enne sbalzato dallo scooter muore in ospedale

  • Fingono di scaricare birra appostati davanti ai “paninari”: militari catturano il ricercato

Torna su
LeccePrima è in caricamento