Notizie da Casarano

Il passaggio a livello non funziona, macchinista ferma in tempo il treno

Il malfunzionamento in un attraversamento tra Seclì e Tuglie. Il treno, diretto a Gagliano del Capo, è rimasto bloccato per circa 30 minuti fino al ripristino

Una foto dal treno mentre era fermo.

TUGLIE - Sebbene i passaggi a livello siano destinati a essere progressivamente tutti eliminati sulla rete delle Ferrovie Sud Est, per il momento si continuano a registrare situazioni di potenziale pericolo a causa del malfunzionamento del sistema di chiusura del passaggio.

L'ultimo caso nel pomeriggio, nelle campagne tra la stazione di Seclì-Neviano-Aradeo e quella di Tuglie, dove un treno Lecce-Gagliano del Capo è rimasto fermo per circa mezzora, fino a quando il passaggio a livello non è tornato pienamente operativo grazie a un intervento manuale degli addetti ai lavori.

Ad accorgersi del mancato azionamento è stato il personale di bordo che ha dunque fermato la corsa del convoglio prima di raggiungere l'intersezione con la strada. Sul treno pochi passeggeri che hanno atteso con pazienza, e senza aria condizionata, che la situazione tornasse alla normalità.

Quello dei passaggi a livello è un problema annoso nel territorio salentino, tanto da finire sui banchi del Parlamento tramite interrogazioni e sulle scrivanie della procura della Repubblica in virtù di qualche esposto. Non sono mancate nemmeno le segnalazioni di amministratori locali all'Agenzia nazionale per la sicurezza ferroviaria. Ci sono delle procedure precise che Fse ha adottato in casi come quello odierno, ma un passaggio a livello aperto in concidenza del transito di un treno è sempre un pericolo da non sottovalutare.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Lecce usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Carabiniere ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: “Mi sentivo sobrio”

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

Torna su
LeccePrima è in caricamento