Notizie da Casarano

Misterioso rogo nella notte, le fiamme avvolgono quattro mezzi

Un incendio ha colpito un furgone e tre autovetture, parcheggiate all'interno di una rivendita di pneumatici di Matino. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri per le indagini. Nessun pista esclusa

Foto di repertorio

MATINO - Il furgone è stato completamente distrutto. Le tre auto, parcheggiate nelle vicinanze, destinate alla rottamazione, sono state invece colpite dalle fiamme, ma in maniera meno grave, sebbene i danni siano ancora da quantificare. Si tratta di una Renault Clio, una Mercedes ed una Fiat Stilo. Intorno alle tre della notte, un incendio è divampato nell'area che ospita la rivendita di pneumatici "Eurogomme", sulla via provinciale  che congiunge Casarano a Gallipoli, all'altezza di Matino, per cause ancora tutte da chiarire.

Allertati dal proprietario dell'attività, Giorgio Barone, un uomo di  55 anni, originario del luogo, i vigili del fuoco sono intervenuti sul posto, per domare il rogo e scongiurare il rischio di più gravi conseguenze anche per  ulteriori autovetture presenti in zona. Sul posto anche i carabinieri della compagnia di Casarano, guidati dal capitano Aniello Mattera, i quali hanno avviato una serie di indagini, senza escludere alcuna pista, compresa quella che potrebbe condurre all'origine dolosa del gesto. Al vaglio degli inquirenti, inoltre, anche l'eventuale presenza dei nastri delle telecamere di videosorveglianza e le stesse dichiarazioni del titolare, che potrebbero  rivelarsi determinanti per a ricostruzione dell'accaduto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento schianto in centro, coinvolto il musicista Nando Popu

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Carabiniere e “Le Iene” sott’accusa, chiesti 100mila euro di risarcimento

  • Spaccio di droga: in 14 a processo. Tra loro l’imprenditore dei vini Gilberto Maci

  • La barca s'incaglia, i tre pescatori tornano a riva sfidando il mare gelido

  • Dove c'era il lido, ecco spuntoni e detriti: scattano di nuovo i sigilli

Torna su
LeccePrima è in caricamento