Notizie da Casarano

Misterioso incendio nella notte. Brucia la Bmw di un commerciante di 35 anni

L'auto di un uomo di nazionalità tunisina, ma residente a Casarano, è andata in fumo nei pressi della sua abitazione. Sul posto, oltre a vigili del fuoco del distaccamento di Ugento, anche i carabinieri della compagnia locale. Sconosciute le cause

Foto di repertorio

CASARANO – E’ andata in fiamme nella notte per cause che sono ancora da chiarire. Una Bmw parcheggiata in via Abruzzi, a Casarano, e intestata a un commerciante del posto con alcuni precedenti penali, è andata a fuoco. L’episodio nella notte, ai danni del veicolo che era stato parcheggiato nei pressi della residenza del proprietario, un 35enne di nazionalità tunisina, ma residente nella cittadina del basso Salento.

Sul posto, i vigili del fuoco del distaccamento di Ugento, i quali hanno domato il rogo e messo in sicurezza la zona per evitare che l’incendio potesse propagarsi anche alle altre autovetture. I danni sono ingenti, ma fortunatamente coperti da polizza assicurativa. Sul luogo dell’accaduto, i carabinieri della compagnia di Casarano, guidati dal capitano Aniello Mattera.

Gli inquirenti non hanno rinvenuto alcun elemento riconducibile alla natura dolosa dell’accaduto. Nessun contenitore, né tracce di liquido infiammabile. Ma la natura dolosa del rogo non può essere esclusa a priori. I militari del'Arma ascolteranno l'uomo alla ricerca di informazioni che lascino intravedere eventuali responsabili dell'accaduto, qualora ve ne fossero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro, quattro feriti. Ragazzo di 22 anni finisce ricoverato in coma

  • Le mani della Scu sul gioco d’azzardo: arresti e sequestro da 7 milioni di euro

  • Auto acquistate con “Spot&Go”, scatta l’inchiesta: s’indaga per truffa

  • Perde un anello molto prezioso e lo ritrova lanciando un appello su facebook

  • In poche ore due spaventosi incidenti con feriti sulle strade del Salento

  • Formaggi venduti per Grana e conservati dal gommista, scatta il sequestro

Torna su
LeccePrima è in caricamento