Notizie da Casarano

"I cittadini devono sapere le ragioni del divorzio fra il sindaco e Fracasso"

"Ci aspettiamo un pronto e veritiero chiarimento, non potendo ora Stefano (come è solito fare) incolpare sull'accaduto chi l'ha preceduto o altri"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

"Prendiamo atto della decisione del sindaco Stefano di estromettere dalla giunta l'assessore Fracasso e guardiamo con rinnovata preoccupazione quanto continua ad avvenire nelle stanze chiuse del Palazzo Municipale. Dopo aver letto la nota dell'ex assessore Fracasso, comprendiamo solo che chi denuncia gli errori di questo sindaco viene rimosso, in base all'applicazione della regola: “omertà uguale fedeltà”. In merito all'accaduto, chiediamo di sapere, ma soprattutto i cittadini hanno il diritto di conoscere, le vere ragioni che avrebbero fatto venir meno il rapporto di fiducia intercorso il sindaco e Fracasso, sin dal 2012 sostegno e parte attiva, come vicesindaco e assessore, dell'amministrazione Stefano".

"Ci aspettiamo un pronto e veritiero chiarimento, non potendo ora Stefano (come è solito fare) incolpare sull'accaduto chi l'ha preceduto o altri. Con l’occasione i cittadini aspettano anche una risposta sulla scellerata gestione della cosa pubblica e, pertanto, chiediamo di sapere di più sugli oltre € 200.000 oggetto di riequilibrio di bilancio nell’ultimo consiglio comunale. Di tale somma, €180.000 derivano da un'ordinanza di assegnazione delle somme del Tribunale di Lecce a favore della curatela fallimentare della società Area Sistema (che ha progettato e realizzato importanti interventi, sempre finanziati, tra i comuni della stessa facenti parte con Casarano capofila). Ad oggi non è nota agli amministratori nè la natura del debito, né l'effettiva riferibilità solo al comune capofila, in quanto costoro hanno omesso di accertare tutto ciò per otto mesi (atto di pignoramento notificato a gennaio 2018)".

"Ulteriori € 20.000 sono dovuti all'ATO LE 3 in liquidazione, per aver omesso l'amministrazione Stefano di impegnare le somme nei bilanci del 2015 e 2016, evidenziando ripetutamente la gravissima incompetenza amministrativa. Nonostante l’incertezza nel comprendere cosa si nasconde, trattasi di debiti fuori bilancio che prossimamente dovranno essere riconosciuti e che non aiutano il già precario stato di salute dell’ente, col fondato timore che gli effetti negativi ricadranno ancora una volta sulle spalle dei concittadini, già tartassati da aliquote massime ed imposte severe. Vorremmo che fosse il sindaco (non la giustizia contabile) a rassicurarci che dietro questi atti non si nasconda gravissima incompetenza ed incapacità amministrativa.

Casarano, 10 agosto 2018 Gruppo Consiliare “ORGOGLIO CASARANO”

Mauro Memmi - Umberto Totaro

Torna su
LeccePrima è in caricamento